UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
25/05/2018 03:34
Home Articoli Edilizia & Urbanistica Sfondellamento diffuso nelle scuole - 4 errori da evitare nelle scelte di manutenzione dei solai

Sfondellamento diffuso nelle scuole - 4 errori da evitare nelle scelte di manutenzione dei solai

Lo sfondellamento è il rischio più diffuso negli edifici scolastici. Lo rivela uno studio condotto sui casi di cronaca pubblicati nel 2017 legati alle vulnerabilità degli edifici. Su circa 255 episodi riportati dai quotidiani, 89 sono casi di sfondellamento, con una media significativa di un crollo ogni 4 giorni. Prevenire i rischi legati al solaio e mettere in sicurezza è quindi la priorità per proteggere gli ambienti e chi vive gli edifici scolastici ogni giorno.

Mettere in sicurezza è una priorità delicata per la manutenzione dell’edilizia scolastica

Si tratta di un compito delicato in quanto in gioco c’è la sicurezza degli edifici, ma anche la serenità dei tecnici che si occupano della manutenzione delle scuole. Non è raro, infatti, che le scelte sulla gestione dell’edilizia pubblica siano al centro di dibattiti: agli enti vengono richieste motivazioni sul tipo di manutenzione intrapresa e giustificazioni sulla mancanza di provvedimenti, è necessario presentare certificati e garanzie sugli interventi eseguiti e nel caso di problemi sono i tecnici che ne devono rispondere. Per portare avanti con serenità la gestione del Patrimonio edile, i tecnici devono quindi prestare attenzione alla prevenzione dello sfondellamento e non commettere errori nelle scelte di manutenzione da intraprendere.

4 errori comuni nella gestione del rischio sfondellamento

Errore 1: Sottovalutare il rischio sfondellamento

I dati parlano chiaro: lo sfondellamento è tra i rischi più diffusi nel costruito e comporta anche conseguenze gravi per la sicurezza delle persone. 
Si può innescare in tutti i solai in laterocemento, i più vulnerabili sono quelli con 40 anni di età, ma anche le costruzioni più recenti possono presentare caratteristiche costruttive che agevolano l’evoluzione del rischio.

Nonostante la crescente diffusione dello sfondellamento, spesso viene sottovalutato in quanto non compromette le componenti strutturali delle costruzioni, ma non vanno sottovalutati i rischi per le persone. Basti pensare che il materiale che si stacca dal solaio raggiunge pesi consistenti: lo sfondellamento in un’aula scolastica di 20mq arriva a pesare 1500 kg. Solo qualche giorno fa, nella scuola di Busto Arsizio si è verificato uno sfondellamento che ha ferito 3 studentesse, e anche andando indietro negli anni il fenomeno conserva il triste primato, da quando balzò all’attenzione dei media a causa del tragico evento nella scuola di Rivoli, che nel 2008 costò la vita al giovane Vito Scafidi.

Errore 2: Aspettare la comparsa segnali di allarme

Macchie di umidità, fessure sul solaio e avvallamenti sono sintomi comuni in caso di sfondellamento, ma non sempre ci sono segnali d’allarme visibili ad occhio nudo. 
Sono diversi gli episodi in cui il distacco è avvenuto senza alcun preavviso apparente, perché sul solaio non si erano manifestati sintomi visibili. Questi casi denotano che non è possibile aspettare segnali di degrado per interessarsi alla salute del solaio, ma che occorre pianificare controlli approfonditi periodicamente oppure mettere in sicurezza in via preventiva per disinnescare rischi anche futuri.
Mettere in sicurezza il solaio è l’unica soluzione che elimina definitivamente il rischio sfondellamento e che ne evita l’evoluzione.

Errore 3: Tamponare il problema con soluzioni generiche

Per mettere in sicurezza dallo sfondellamento non bastano soluzioni generiche o rattoppi temporanei. Lo dimostrano anche i casi più recenti, in cui per contenere lo sfondellamento erano state applicate reti che poi hanno ceduto improvvisamente, oppure i casi di sistemi non certificati che sono crollati insieme a pignatte e intonaco.
Per proteggere dallo sfondellamento sono necessari specifici sistemi antisfondellamento, certificati per contenere pesi elevati e installati da personale specializzato che sappia studiare la posa in opera efficace e su misura in ogni situazione.

Errore 4: Pensare che la messa in sicurezza sia invasiva

Non sono necessari interventi dispendiosi per mettere in sicurezza i solai. È necessario intervenire con soluzioni certificate, ma devono essere anche accessibili, per agevolare la protezione senza ricorrere ad azioni distruttive, lunghe e costose. L’antisfondellamento SICURTECTO® risponde a queste esigenze: garantisce la sicurezza definitiva attraverso interventi certificati, ma anche a secco, pratici e accessibili.

SICURTECTO® è il sistema antisfondellamento studiato appositamente per garantire la massima protezione dallo sfondellamento e dai distacchi di intonaco, senza alcuna demolizione e senza causare disagi all’utenza. Il personale specializzato consente di mettere in sicurezza i solai con pratici interventi a secco, pianificati in modo da non interrompere le regolari attività negli edifici, ed in particolare non richiedono l’interruzione delle lezioni.  Oltre alla praticità, l’antisfondellamento SICURTECTO® si distingue per le prestazioni di messa in sicurezza offerte: è l’unica soluzione certificata dal Politecnico di Milano e Certificata anche nella posa in opera per dare garanzia sull’efficacia dell’intervento effettuato.

SICURTECTO® è il sistema antisfondellamento sviluppato dall’azienda Sicurtecto Srl in seguito ad anni di studi specializzati sullo sfondellamento: la ricerca in laboratorio e l’esperienza acquisita sul campo in oltre 25 anni, hanno permesso a Sicurtecto Srl di diventare cultore dello sfondellamento e di offrire un supporto efficace nella messa in sicurezza dei solai. In questi anni l’azienda ha messo in sicurezza oltre 1,6 milioni di solai in tutta Italia, un impegno continuo per prevenire lo sfondellamento, proteggere le persone da rischi e tutelare il lavoro dei professionisti che gestiscono il costruito.

Per ulteriori informazioni scopri l’antisfondellamento SICURTECTO® online oppure richiedi la documentazione gratuita per conoscere i dettagli del sistema.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information