UNITEL

Dimensione Testo
  • Aumenta
  • Dimensione originale
  • Diminuisci
    
20/07/2018 00:54
Home Articoli Pubblico impiego Performance, incarichi, orari e trasferimenti: debutta il «confronto» sulla gestione del personale

Performance, incarichi, orari e trasferimenti: debutta il «confronto» sulla gestione del personale



di Gianluca Bertagna

Negli enti locali è tutto pronto per il debutto di una nuova forma di relazione sindacale. Con la stipula definitiva del nuovo contratto nazionale entrerà in scena il «confronto», che in un colpo solo spazza via sia la concertazione sia la consultazione. L'articolo 5 della preintesa siglata il 21 febbraio scorso ne identifica la procedura e ne individua le materie.

Niente accordi obbligati

Il confronto è una forma di partecipazione con cui le parti instaurano un dialogo approfondito per consentire ai sindacati di esprimere valutazioni e di contribuire all'adozione di alcune azioni in materia di personale. Già questo è sufficiente per capire che non sarà necessario giungere a un accordo.

Infatti, è solo previsto che al termine dell'incontro dovrà essere redatta una sintesi dei lavori e delle posizioni emerse. Il funzionamento è molto semplice.

Procedura e calendario

Sulle materie oggetto di confronto, l'amministrazione invia ai soggetti sindacali gli elementi conoscitivi, con una comunicazione nella quale l'ente può già proporre un incontro. Diversamente sono i sindacati che hanno cinque giorni di tempo per avviare il dialogo.

Dal primo all'ultimo incontro non possono decorrere più di 30 giorni, e la conclusione è un documento di sintesi sulle posizioni espresse sui vari argomenti. Il confronto va attivato esclusivamente su determinate materie che hanno a che fare con l'organizzazione e la gestione strutturale delle amministrazioni.

I passaggi per i fondi integrativi

Un primo elemento di riflessione è quanto il contratto nazionale ha portato a questa forma di relazione sindacale la performance.

Dopo la riforma Brunetta si è molto discusso su come muoversi in materia di valutazione, e oggi c’è la conferma che sono oggetto di confronto i criteri generali dei sistemi di valutazione delle prestazioni e dei risultati, ma anche i criteri per il conferimento e la revoca degli incarichi di posizione organizzativa e quelli di graduazione – detti anche di pesatura - della retribuzione di posizione.

Tra l'altro, con non poca curiosità, sono invece oggetto addirittura di contrattazione integrativa decentrata i criteri per l'erogazione della retribuzione di risultato.

Un'altra importante materia oggetto di confronto è la possibilità di aumentare il fondo delle risorse decentrate quando l'ente decide di diminuire le posizioni organizzative. Per il rispetto del limite fissato dall’articolo 23, comma 2, del Dlgs 75/2017, che impedisce ai fondi decentrati di superare i livelli 2016, entrambe le quote sono rilevanti per il tetto, ma non c’è nessun meccanismo di travaso da un “fondo” all'altro.

Se si diminuisce quello delle posizioni organizzative, per poter aumentare quello del salario accessorio si passa dal confronto; se invece si vuole aumentare quello delle posizioni organizzative, l'amministrazione deve passare in contrattazione.

Orario e fabbisogni

Completano l'elenco delle materie oggetto di confronto l'articolazione dell'orario di lavoro, il trasferimento dei dipendenti a seguito di trasferimento di funzioni o attività come da articolo 31 del Dlgs 165/2001 e la definizione dei profili professionali.

Da ultimo una piccola considerazione: l'articolo 6, comma 4 del Testo unico del pubblico impiego ha previsto che in sede di adozione dei piani triennali dei fabbisogni di personale sia data preventiva informazione ai sindacati se previsto dai contratti nazionali. Peccato che in quello delle funzioni locali non se ne ravvisi alcuna traccia.

 

Partners

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

Banner

In questo sito web utilizziamo cookie e tecnologie simili per migliorare i nostri servizi. Informazioni

Dichiaro di accettare i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information